Xiaomi Redmi Note 6 Pro. Squadra che vince non si cambia

Ormai Xiaomi ci ha abituato a molti devices che nella fascia medio/bassa sono un’ottima scelta per chi non ha particolari pretese o per chi cerca uno smartphone con un ottimo rapporto qualità prezzo. Quest’anno però con il Redmi Note 6 Pro ha creato un po’ di confusione negli utenti che erroneamente l’hanno paragonato al suo fratello minore Redmi Note 5. È vero che sono molto molto simili ma ci sono alcune caratteristiche che lo differenziano da esso soprattutto in ambito fotografico. Qui sotto potete trovare la scheda tecnica completa:

La Nostra Recensione Completa: Redmi Note 6 Pro

Il Nostro Gruppo Telegram dedicato: Xiaomi Redmi/Note Fans

Dimensioni

157,9 x 76,4 x 8,2 mm


Introduzione

Marca Xiaomi

Sistema operativo Android

Versione Android 8.1 Oreo

  • Hardware

CPU Qualcomm SDM636 Snapdragon 636

GPU Adreno 509

Numero coreocta

Frequenza processore 1.8 GHz

RAM 3/4 GB

Memoria interna (ROM) 32/64 GB

Memoria espandibile

Accelerometro

Bussola digitale

Sensore di prossimità

Sensore di luminosità

Giroscopio

Barometro No

Tipo di tastiera Virtuale

Lettore Impronte digitali

Microfono riduzione rumore

  • Connessioni

GSM Quad Band (850/900/1800/1900)

Connettività mobile

Modulo telefonico

Dual SIM

Tipo SIM nanoSIM

Velocità rete 4G+ – 600 Mbps

Wi-Fi a/b/g/n/ac

Bluetooth 5.0

Porta Infrarossi

NFC No

GPS

GLONASS

Radio FM

Jack audio

Tipo ingresso USB microUSB

  • Display

Tecnologia display IPS LCD

Display FHD+ / 1080 x 2280 pixel

Densità pixel 403 ppi

Dimensione display 6,26 pollici con notch

Formato display 18:9

Force Touch No

HDR

  • Fotocamera

Risoluzione 12 megapixel

Apertura focale ƒ/1.9

Dimensione sensore 1/2.55\”

Flash fotocamera Doppio

Stabilizzatore ottico No

Autofocus laser No

Sensore di spettro colore No

Risoluzione video 4K – 3840 x 2160 pixel

FPS video 30 fps

  • Seconda fotocamera

Tipologia Effetto bokeh

Risoluzione 5 megapixel

Apertura focale ƒ/2.0

  • Fotocamera frontale

Risoluzione (frontale) 20 megapixel

Apertura focale (frontale) ƒ/2.0

Stabilizzatore ottico (frontale) No

Flash fotocamera frontale No

  • Seconda fotocamera frontale

Risoluzione (2a camera frontale )2 megapixel

  • Batteria

Batteria 4000 mAh

Batteria removibile No

Ricarica rapida Quick Charge 2.0

Ricarica wireless No

 

Parto subito ad illustrarvi il reparto fotografico che a dispetto di quanto si pensi è quello che differisce di più dal Note 5. Questo dispositivo infatti ha al suo interno un algoritmo migliore rispetto al fratello più piccolo e quindi come si può intuire gli scatti ottenuti saranno leggermente migliori rispetto a quelle fatte dalla quinta iterazione della serie note avendo sia un’esposizione più corretta sia i colori più bilanciati.

Per le fotocamere frontali il Note 6 Pro non ha nulla da spartire con il note 5 perché ne monta due (20+2), con la seconda adibita alla cattura della profondità di campo per il famoso effetto bokeh. I selfie appaiono ben definiti, non sono a livelli dei top gamma ma per la fascia di prezzo direi che sono a fuoco.

Uno degli aspetti che più convince è la batteria da 4000 mah che garantisce con un uso leggero anche 2 giorni di autonomia. Posso tranquillamente dire che con un uso stress vi porta comunque a fine giornata grazie anche alla presenza dello snapdragon 636 che offre buone prestazioni con dei consumi ridotti.

Lo schermo è una buona unità FullHD+ da 6.26 pollici in formato 18:9 con notch (anche abbastanza importante come dimensioni) il quale non spicca per brillantezza e contrasti ma è in linea con i classici schermi Xiaomi.

Passando alle cose che non mi sono piaciute devo citare il problema delle notifiche che non vengono visualizzate nella barra di stato per colpa del notch che copre quasi tutto lo spazio disponibile. Sempre parlando di barra di stato (solo nella miui 9 stavolta) la percentuale della batteria non può essere abilitata né accanto all’icona della batteria né all’interno di essa ed è una cosa che, anche se piccola, può creare fastidio a chi ritiene questa funzione indispensabile. Qualcosa però si sta muovendo in casa Xiaomi dato che il problema delle notifiche e della batteria è stato risolto nella miui 10 beta e presto sicuramente vedremo il tutto corretto nella versione stabile, però ci vorrà tempo prima che questo fix arrivi a tutti i dispositivi.

Nonostante questi difetti di gioventù dello smartphone e dell’interfaccia penso che se risolti potranno far si che anche questo Note 6 Pro potrà avere l’occasione di spiccare così come ha avuto modo di fare anche il Note 5.

In conclusione consiglio l’acquisto dello smartphone a chi non ha precedentemente acquistato il Note 5 perché sono molto simili e l’upgrade non è necessario, mentre per chi si sta lanciando ora nel mondo Xiaomi, può essere una bella opportunità per portarsi a casa uno smartphone che non spicca in tanti ambiti ma offre stabilità ed esperienza d’uso ottime.

 

Autore: Pietro Fantone

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *